French manicure

French manicure

French manicure La manicure è un trattamento di bellezza che si focalizza sul benessere e la cura delle mani e soprattutto delle unghie. Questa pratica è finalizzata a curare l’estetica delle mani, ad abbellire l’epidermide e ad andare a trattare le cuticole. Logicamente, come qualsiasi altro trattamento, per avere dei risultati definiti è necessario fare la manicure in maniera ciclica e costante.

Dunque se le unghie sono sane, le mani curate e non vi sono patologie si può procedere periodicamente ad una manicure estetica. Se invece vi sono delle problematiche come callosità o cuticole in eccesso si andrà invece a considerare una manicure curativa. La differenza tra le due è che quest’ultimo trattamento mira a risolvere un problema o delle patologie, mentre il primo rappresenta una semplice manicure estetica.

French manicure: in cosa consiste?

La french manicure è una tecnica di decorazione che presenta uno stile semplice ed elegante, rappresenta una nail art facile da realizzare, perfetta per chi vuole avere sempre le unghie curate e decorate in maniera sobria. Questa tecnica è piuttosto semplice da realizzare e su unghie naturali richiede l’utilizzo di uno smalto bianco, una base trasparente e un top coat o smalto rosato per dare all’unghia una parvenza di naturalità. French manicurePrima di effettuare una french manicure vi è la necessità di una manicure classica con limatura delle unghie a seconda della forma desiderata. Questa tecnica infatti può essere realizzata solo se le unghie hanno una buona lunghezza e soprattutto su forme ovali o square.

A seconda che si voglia optare per una french manicure gel o semipermanente il consiglio è sempre quello di affidarsi ad uno specialista per evitare di danneggiare le proprie unghie. Occorre infatti una certa esperienza e manualità per utilizzare alcuni dei prodotti da ricostruzione. Questa offre infatti alcuni vantaggi tra cui quello di creare una lunghezza in grado di valorizzare perfettamente la french manicure.

French manicureCome tecniche le due sono molto simili, anche se la semipermanente richiede meno tempo e utilizza non più gel ma smalti appositi. In entrambi i casi è necessario l’utilizzo di una lampada UV o LED per portare avanti la procedura e garantire

risultati sicuri.

Come rimuovere la french manicure

La rimozione dipende sempre dal tipo di french manicure che si è utilizzato e in base ai prodotti impiegati. Se con smalto classico basterà del semplice solvente per unghie, se invece si tratta di una realizzazione in gel allora si dovrà procedere con la limatura. In questo caso sarebbe meglio affidarsi sempre a dei professionisti per evitare dei danni permanenti ma se si ha un po’ di manualità si può anche procedere da soli limando con attenzione.
Si va a limare la lunetta bianca caratteristica in maniera delicata e si raggiunge lo strato in gel per rimuoverlo in maniera efficace.

Per quanto riguarda gli smalti semipermanenti si deve invece seguire un certo protocollo di rimozione. Bisogna infatti inserire le unghie in un remover, un solvente studiato per questo compito, e aspettare una decina di minuti. Lo smalto andrà a sfaldarsi da solo e alla fine bisognerà solo eliminare i residui con una lima e un poco di attenzione.

Chiudi il menu